Kushmi Tea, l’azienda leader nella produzione e vendita di the, ha scelto HiPay per estendere i propri metodi di pagamento disponibili nel suo e-commerce. Rispondere alle esigenze degli utenti di ogni paese è essenziale per garantire una crescita esponenziale dell’e-commerce.

kusmi-1

Obbiettivo : Ottimizzare le vendite internazionali
Sfida : Integrare rapidamente i metodi di pagamento e le valute locali per ogni paese.

Il sito e-commerce è un buon metodo per espandere il proprio business in nuovi mercati senza dover investire in un negozio fisico. Questa è stata la scelta strategica intrapresa da Kusmi Tea. Con 50 negozi in Francia e partnership con i rivenditori in 35 paesi, questo approccio si adatta bene con la strategia di Kusmi che genera 4 milioni di € di fatturato online, vale a dire quasi il 7% delle sue vendite totali. Dalle miscele Kusmi Tea alle tisane biologiche Løv Organic, compresi gli accessori Forlife, tutti i marchi del Gruppo Gourmet Orientis sono disponibili online.

devise
La prima sfida

Espandersi all’estero e la gestione delle multi valute

“Quando abbiamo deciso di accettare i pagamenti nella sterlina inglese, abbiamo impiegato sei mesi a chiudere gli accordi con le banche partner”, ricorda Gaël Donat, Internet Technical Director presso Orientis Gourmet Group.
Kusmi Tea ha scelto HiPay per espandere le sue attività e-commerce all’estero.

Per entrare nel mercato norvegese, per Kusmi Tea era indispensabile accettare pagamenti in Corone Norvegesi. HiPay, con la sua esperienza nel settore, ha risolto questa richiesta in solo poche settimane. HiPay ha l’abilità di velocizzare l’entrata commerciale in un paese, soprattutto quando un retailer è ben conosciuto. Con solo 2-3 settimane di lavoro, e apportando le sue conoscenze in materia di pagamenti internazionali, HiPay può supportare ogni retailer che desideri espendersi all’estero.

 

earth
Seconda Sfida

A ogni paese le proprie abitudini d’acquisto

Al di là del supporto di più valute, quello che fa la differenza è la capacità di addattarsi alle specificità di ogni mercato offrendo i metodi di pagamento più utilizzati per ogni paese. Anche se i pagamenti di carta di credito sono i più utilizzati in acquisti online in Francia e nel Regno Unito, non è necessariamente il caso per gli altri paesi europei.

Ad esempio i consumatori italiani e portoghesi preferiscono il contante per regolare i propri acquisti, per questo sono stati addottati dei metodi on-line di pagamento in contanti come Multibanco e SisalPay, al fine di utilizzare gli sportelli automatici o recarsi presso dei commercianti autorizzati per finalizzare le loro transazioni.

E in Germania bonifico bancario è la norma con la soluzione SOFORT.

“Inizialmente abbiamo offerto ai nostri clienti una soluzione di bonifico bancario con le istruzioni di come effettuare il pagamento, ma il tasso di abbandono era tra il 50 e il 60%. HiPay ci ha aiutato a ridurre questo tasso al 15% solo proponendo SOFORT” afferma Gaël Donat.

 

secure
Terza sfida

Come abbattere le frodi con i giusti parametri

Il protocollo 3Dsecure è molto diffuso tra i retailer in Francia per la sicurezza dei pagamenti on-line. Ma può essere un fattore negativo per il tasso d’abbandono del carrello durante il processo di pagamento. Per ovviare a questo problema, Kusmi Tea ha integrato il servizio di Fraud Protection HiPay che permette di lanciare il 3-D secure in base allo scoring di rischio”, sottolinea Gaël Donat. Il sito di Kishmi Tea presenta un tasso di frode piuttosto basso, quindi era necessario utilizzare un sistema che potesse essere disattivato “on demand”, cioè attivato solo al di sopra di un certo importo.

Ci sono anche questioni geografiche da prendere in considerazione. Mentre il 3D Secure può causare degli abbandoni dell’acquisto, viceversa rassicura gli utenti nel Regno Unito o in Belgio.

kusmi-3

Conclusione

“Kusmi Tea ha lanciato la sua la sua applicazione mobile nel mese di settembre 2015 in un formato ibrido con la sezione pagamento reindirizzata ad una versione responsive design del sito web. Gli utilizzatori dell’app, i quali si sono mostrati molto reattivi, ci hanno dato il nostro prossimo obiettivo su cui lavorare con HiPay sulle sinergie mobili e on-line, in particolare per il recupero del carrello”,
conclude il Direttore Tecnico di Orientis Gourmet Group.